Dressage (di Giuseppe Utili)

"la massima espressione dell'addestramento del cavallo"

rettangolo dressage, circolo ippico dressage, circolo ippico giuseppe utili, circolo ippico Lombardia, circolo ippico Milano, pony club Milano, scuola dressage Lombardia, cavalli dressage, vendita cavalli dressage

Il CAVALLO da DRESSAGE

 

Tutti i cavalli sono in grado di fare dressage in quanto, come scritto sopra, si tratta di far eseguire al cavallo movimenti che sono per lui naturali.

Dipende però dagli obbiettivi che ci poniamo. Se vogliamo finalizzare la nostra passione per i cavalli partecipando anche a qualche competizione dobbiamo necessariamente prendere in considerazione alcuni fattori. Tutti gli esseri umani sanno correre e ballare, ma solo alcuni hanno le qualità e le caratteristiche fisiche e mentali per gareggiare nella corsa e nel ballo, lo stesso è per i cavalli.

Il cavallo da dressage deve avere delle qualità intrinseche sia dal punto di vista fisico (modello armonioso, movimenti fluidi, coordinazione, forza, ecc.) sia mentale (capacità di concentrazione, disponibilità, voglia di imparare, un pizzico di esibizionismo, ecc.).

In paesi come la Germania, l'Olanda, la Danimarca, la Svezia - dove gli appassionati di dressage sono particolarmente numerosi - gli allevatori hanno dedicato negli anni grande attenzione a selezionare soggetti che esprimessero meglio di altri queste caratteristiche consentendo a chi vuole fare dressage di scegliere il cavallo che meglio si adegua alle sue possibilità economiche e alle sue aspirazioni sportive.

 



Le GARE

Vengono organizzate gare per ogni livello, da quello amatoriale ai Campionati mondiali, e, per ciascun livello, la FEI ha definito "grafici" che prevedono una serie di movimenti, di difficoltà crescente in base al livello, da eseguirsi all'interno di un campo standard chiamato "rettangolo" (fig. a fianco).

La classifica delle gare viene stabilita da giudici (da 1 a 5 in base al livello) che assegnano a ciascun movimento un punteggio da 0 a 10 in base all'esecuzione.

Un punteggio di 9 è di assoluta eccellenza mentre il binomio che raggiunge la media del 6 (cioè il 60% del punteggio totale del grafico che ha eseguito) viene normalmente considerato in grado di affrontare un livello successivo. 

Nel dressage i giudici, per l'assegnazione del punteggio di ciascun movimento, si basano su standard di riferimento predefiniti dove:

10 - perfezione

_9 - ottimo

_8 - molto buono

_7 - buono

_6 - discreto

_5 - sufficiente

_4 - insufficiente

_3 - abbastanza male

_2 - male

_1 - molto male

_0 - non eseguito



 

I MOVIMENTI

Nel dressage ci sono movimenti che solo ad alti livelli trovano la loro reale espressività.

Di seguito un elenco di tali movimenti/andature interpretati da Giuseppe Utili con i suoi cavalli da Grand Prix.

Il Dressage è la disciplina equestre che più di ogni altra si basa su armonia, affiatamento, e piena collaborazione tra cavaliere e cavallo.

Il Dressage, disciplina olimpica fin dal 1912, è definita dalla Federazione Equestre Internazionale

La Federazione Equestre Internazionale (FEI) afferma che l'obbiettivo fondamentale del Dressage è:

"sviluppare, attraverso un allenamento costante, le doti atletiche del cavallo, i suoi movimenti naturali e il suo desiderio di eseguirli esaltando in tal modo tutte le potenzialità atletiche del cavallo stesso".

 

Un cavallo da dressage ben addestrato risponde dolcemente e volentieri ai comandi che il cavaliere, rilassato e senza alcuno sforzo apparente, gli impartisce per fargli eseguire i movimenti richiesti.

 

Tanto che talvolta il dressage viene anche definito "la danza del cavallo".

Piroette

Appoggiata

Allungata

Please reload

Piaffè

Passage

Cambi al galoppo

Please reload

© 2013-2017 PASSIONE ASSOLUTA a.d.s. All rights reserved.

  • twitter-bird2-square
  • facebook-square